Untitled Document

Home

"MAKECULTURE- Multimedia"

Seguici su:
Follow us on
:

      

"MAKECULTURE- Multimedia" in occasione di EXPO Milano 2015, sta realizzando nuovi reportage, (alcuni di questi esclusivi), direttamente dalla città dell'EXPO, MILANO.
Grazie a importanti collaborazioni con enti pubblici e privati nei prossimi mesi realizzeremo reportage audio-visivi e fotografici, dove all''interno potrete trovare importanti informazioni culturali e turistiche.

Promuovere, valorizzare il patrimonio storico-artistico e ambientale italiano, attraverso la  comunicazione.

Infatti, l’obiettivo primario di “MakeCulture” è  proprio quello di sviluppare e migliorare la comunicazione verso il pubblico, tramite materiale informativo multimediale, offrendo un’ ottima visibilità anche attraverso i canali offerti dal web 2.0.

Oggi aumenta sempre più la richiesta di visibilità offerta anche da tutti quei canali internet, la neccessità di farsi “notare”, di migliorare la propria immagine, di portare maggiori clienti alle aziende e più visitatori ai beni culturali, infatti ad oggi non c'è più la differenza tra “clienti” e “visitatori” entrambi portano introiti, è quindi fondamentale proporre un sistema consolidato per permettere a chi lo desidera una popolarità e una reputazione sempre maggiore verso il grande pubblico.

A chi ci rivolgiamo:

BENI CULTURALI  -  TURISMO  -  AZIENDE

“MakeCulture” si avvale della collaborazione di figure professionali qualificate nei settori della divulgazione, della comunicazione, della educazione al patrimonio e della diffusione culturale presso enti pubblici e privati;
“MakeCulture” produce documentari e reportage di carattere culturale, al fine di creare materiali audio-visivi educativi.

“MakeCulture Multimedia” è una azienda con sede a Massa (MS) in Toscana, offre servizi multimediali esclusivi per la promozione e la valorizzazione di beni culturali e aziende, attraverso la realizzazione di servizi fotografici, video, audio, grafica e web.

Il progetto MakeCulture è nato nel 2009 dal fotografo professionista Samuele Pucci, ma solo nel 2011 ha preso forma, grazie alla collaborazione di professionisti come: professionisti della comunicazione visiva e dei beni culturali